OCSE. Reddito medio delle famiglie in aumento tranne che in Italia dove si registra invece una diminuzione

di redazione 06/11/2023 ECONOMIA E WELFARE
img

Il reddito reale procapite delle famiglie nell'area Oose è aumentato per il quarto trimestre consecutivo, ma non è così per l’Italia. Il reddito reale procapite delle famiglie italiane è diminuito dello 0,3% nel secondo trimestre del 2023 dopo essere aumentato del 3% nel primo trimestre, mentre il Pil reale procapite è diminuito dello 0,3% dopo un aumento dello 0,7% nel primo trimestre. Lo dice l'Ocse in una nota, indicando che il reddito reale procapite delle famiglie nell'area Ocse è aumentato per il quarto trimestre consecutivo, con un incremento dello 0,5% nel secondo trimestre del 2023, mentre il Pil reale procapite è cresciuto dello 0,4%, segnalando che "nonostante l'aumento complessivo del reddito reale delle famiglie pro capite, il quadro non è omogeneo nei vari Paesi dell'Ocse".

 L'incremento - sottolinea un comunicato - è maggiore rispetto al Pil reale pro capite che nel secondo trimestre è cresciuto dello 0,4%. Tuttavia, il ritmo di crescita del reddito è rallentato nel secondo trimestre rispetto al primo, quando era stato registrato un aumento dell'1,4%. Per altro, nonostante l'aumento complessivo a livello di area, il quadro risulta eterogeneo nel dettaglio. Dei 21 Paesi per cui sono disponibili dati, undici hanno segnato un aumento dei redditi nel secondo trimestre, mentre dieci hanno registrato un calo. Tra le economie del G7, il reddito reale pro capite è aumentato in tutti i Paesi per i quali sono disponibili dati (manca il Giappone). Il Canada ha registrato il maggiore aumento del reddito nel G7, con +1,2% (dopo -2%), seguito dal Regno Unito (+0,9% dopo -0,3%). Negli Usa la crescita è stata dello 0,5% (dopo +2,3%), come in Germania (dopo -0,4%), mentre in Francia l'aumento risulta dello 0,1% (dopo -0,4%



Ti potrebbero interessare

Notizie recenti



Speciali