I Teatri di Palermo inaugurano il biglietto sospeso. L'iniziativa in collaborazione con 8 associazioni per favorire l'ingresso di chi non può permetterselo

di redazione 09/02/2017 ARTE E SPETTACOLO
img

IN foto il Teatro Massimo

La cultura, l’arte e la solidarietà, una relazione inscindibile che trova concreta applicazione in un’iniziativa che viene da Palermo. Tredici teatri di Palermo apriranno le porte per fare fruire i loro spettacoli a chi a causa di un disagio economico non potrà pagarselo.

E' questo l'obiettivo del "biglietto sospeso", iniziativa presentata a Palazzo delle Aquile e nata dalla collaborazione tra la FederTeatri Sicilia e 8 associazione del no-profit di Palermo.

Sarà il pubblico partecipante che potrà acquistare un biglietto, in più a tariffa ridotta, favorendo chi non potrebbe permettersi di andarci. Le associazioni che beneficeranno dei biglietti sospesi, grazie al pubblico generoso, si occupano di assistenza ai senza dimora, detenuti ed ex detenuti, famiglie in povertà, persone con disabilità psico-fisica e immigrati. Le realtà coinvolte sono: Tutti Insieme, Meravigliosamente, SolidAnime, Un nuovo giorno, Cammino d'Amore, Aiutando…ci, Anirbas e AFAP (associazioni famiglie affidatarie Palermo).

"La nostra associazione si occupa di detenuti ed ex detenuti - dice Antonella Macaluso di Un nuovo giorno -. Riteniamo che il teatro sia molto importante per la crescita culturale della persona e ci aspettiamo che l'iniziativa sia ben accolta dai cittadini palermitani. Cercheremo di fare fruire questi biglietti anche alle famiglie di persone detenute o di ex detenuti con bambini. Il cambiamento delle persone avviene anche attraverso strumenti come questi di educazione alla pace e alla non violenza".

"Riteniamo che sia un segnale di sensibilità molto importante che potrà dare la gente - afferma Francesco Giacalone presidente di Federteatri -. Ci occuperemo per questo di raccogliere i biglietti sospesi dei teatri per segnalarli alle realtà che assistono chi è con un forte disagio economico e sociale".

 


Tags:




Ti potrebbero interessare

Speciali