OMS "Covid. In Europa dopo due mesi risalita dei casi. Occorre molta attenzione". EMA "con due dosi di vaccino si è protetti contro la variante Delta"

di redazione 01/07/2021 SCIENZA E TECNOLOGIA
img

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato i casi di Covid-19 in Europa hanno ricominciato ad aumentare dopo due mesi di calo e che c'è il rischio di una nuova ondata "a meno che non rimaniamo disciplinati". "La scorsa settimana, il numero di casi è aumentato del 10%a causa di un aumento di viaggi, assembramenti e allentamento delle restrizioni", ha detto il direttore regionale dell'Oms per l'Europa Hans Kluge in una conferenza stampa.  Copertura vaccinale insufficiente La copertura vaccinale contro il Covid-19 in Europa è insufficiente in maniera "inaccettabile", ha dichiarato Hans Kluge. "Vediamo molti Paesi fare bene ma la verità è che la copertura vaccinale media nella regione è solo del 24% e la cosa più grave è che metà dei nostri anziani e il 40% del nostro personale sanitario è ancora senza protezione", ha detto Kluge, "questo è inaccettabile ed è lontano dalla copertura vaccinale raccomandata pari all'80% della popolazione". "Con questi numeri, la pandemia non è in alcun modo finita e sarebbe molto sbagliato per chiunque - cittadini e autorità - considerarla tale", ha aggiunto il funzionario dell'Oms. 

Occorre un "migliore monitoraggio" degli spettatori degli Europei di calcio L'Organizzazione Mondiale della Sanità sollecita un "migliore monitoraggio" degli spettatori degli Europei di calcio, alla luce dell'andamento dei contagi da Covid, invitando le città che ospiteranno le ultime partite di calcio europeo a effettuare controlli più accurati durante gli spostamenti degli spettatori, anche prima del loro arrivo e dopola loro partenza dallo stadio. 

 "Dobbiamo guardare oltre gli stadi", ha detto Catherine Smallwood, funzionario della Oms europea, durante una conferenza stampa.  Londra dovrebbe ospitare le semifinali e la finale del torneo la prossima settimana, mentre San Pietroburgo ospiterà venerdì i quarti di finale tra Svizzera e Spagna. Sull'argomento si è espresso anche il direttore regionale dell'Oms per l'Europa Hans Kluge al quale è stato chiesto, durante una conferenza stampa, se il campionato possa essere considerato come un evento 'super-diffusore'. "Spero di no - ha risposto - ma questo non può essere escluso".   L'organizzazione delle Nazioni Unite ha anche chiesto vigilanza su tutti i principali raduni estivi, non solo sulle partite di calcio. "Quello che sappiamo è che in un contesto di crescente trasmissione, grandi raduni di massa possono fungere da amplificatori in termini di trasmissione", ha detto Smallwood. 

I nostri dati mostrano che due dosi dei quattro vaccini approvati proteggono contro la variante Delta, questi dati sono rassicuranti. E' importante continuare la vaccinazione con particolare attenzione alle persone più vulnerabili e gli anziani". Lo ha detto Marco Cavaleri dell'Agenzia europea del farmaco (Ema). 

"Attualmente l'Ema non è in grado di fornire una raccomandazione definitiva sull'uso di diversi vaccini anti-Covid per le due dosi" del ciclo di vaccinazione, ma "i dati preliminari di studi in Spagna e Germania mostrano una buona risposta immunitaria e nessun problema di sicurezza". Ha aggiunto il responsabile della strategia sui vaccini dell'Agenzia europea del farmaco. "La strategia di vaccinazione eterologa ha storicamente dimostrato di essere di successo, è stata utilizzata per altri vaccini e ha una solida logica scientifica", ha concluso Cavalieri.

"Tutti e cinque i trattamenti selezionati dalla Commissione europea nell'ambito della sua strategia terapeutica" contro il Covid-19 "sono attualmente in fase di revisione continua da parte dell'Ema, che continuerà durante l'estate. I primi pareri sono attesi entro la fine dell'anno". Ha anche aggiunto l'Ema.



Ti potrebbero interessare

Speciali