Coronavirus. Civitavecchia. Nave crociera bloccata in porto. Due cittadini cinesi sottoposti ad esami. IL Sindaco non autorizza i 6000 passeggeri a scendere

di redazione 30/01/2020 CULTURA E SOCIETÀ
img

Due turisti, moglie e marito, cinesi di Hong Kong, sono in isolamento nell'ospedale di bordo di una nave della Costa Crociere. Solo la donna ha febbre, presenta "lievi sintomi influenzali". Il compagno non ha manifestato sintomi ma è stato isolato per precauzione. Per avere la certezza sulle condizioni di salute e per escludere o confermare il contagio con il coronavirus sono stati inviati i prelievi all'ospedale Spallanzani di Roma.  La coppia era arrivata da Hong Kong all'aeroporto Malpensa di Milano lo scorso 25 gennaio per poi dirigersi a Savona, dove è salita sulla nave per la crociera. La coppia era arrivata in Italia a Malpensa il 25 gennaio. Sulla nave ci sono 751 cinesi compresi quelli di Hong Kong di cui 374 imbarcati a Savona.

A bordo, i seimila passeggeri in attesa scrivono tweet annoiati e arrabbiati per le informazioni insufficienti, d'altronde nessuno ha la notizia che tutti vorrebbero sentirsi dire, e cioé che la coppia cinese ha solo una normalissima influenza e tutto può continuare come previsto, o quasi. Stamattina c'erano molte decine di pullman parcheggiati fuori dall'ingresso del porto in attesa che con le navette facessero scendere i passeggeri per la tappa di visita a Roma.

Protestasno i turisti imbarcati sulla nave che sono isolati e non possono scendere. Infatti il sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco ha detto no allo sbarco dei passeggeri dalla Costa Smeralda, bloccata nel porto con un caso sospetto di Coronavirus. Lo sbarco era stato autorizzato dalla Sanità Marittima ma il primo cittadino si è opposto. "Siamo preoccupati e anche i lavoratori che devono procedere allo sbarco lo sono" ha detto. Ovviamente, precisa, se arriveranno risposte positive dagli esami in corso allo Spallanzani non ci sarà nessuna obiezione a far scendere i passeggeri", dice il sindaco.

Secondo quanto si e' appreso gli altri passeggeri, 6 mila circa, al momento non potrebbero scendere dalla nave. La nave crociera 'Costa Smeralda', attraccata al porto di Civitavecchia nelle ultime ore, durante il suo tour aveva fatto tappa a Marsiglia, Barcellona e Palma di Maiorca. La coppia era arrivata da Hong Kong all'aeroporto Malpensa di Milano lo scorso 25 gennaio per poi dirigersi a Savona, dove è salita sulla nave per la crociera. Sul posto, per gestire le operazioni all'interno del porto, è intervenuta la Capitaneria di Porto.

Il sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco ha detto no allo sbarco dei passeggeri dalla Costa Smeralda. Lo sbarco era stato autorizzato dalla Sanità Marittima ma il primo cittadino si è opposto. "Siamo preoccupati e anche i lavoratori che devono procedere allo sbarco lo sono" ha detto. Ovviamente, precisa, se arriveranno risposte positive dagli esami in corso allo Spallanzani non ci sarà nessuna obiezione a far scendere i passeggeri", dice il sindaco.

la situazione è questa: mille hanno finito la crociera e non sanno se potranno scendere, mille dovevano iniziarla e non sanno cosa fare: alcuni sono al terminal crociere sul molo 10, in attesa; altri arrivano a ondate, soprattutto stranieri che non sanno nulla di quello che succede a bordo come i coniugi Fan, cinesi, che avevano "prenotato la crociera sul Mediterraneo con Costa Smeralda", dicono sorridendo senza sapere nulla mentre entrano nel primo posto di raccolta a Largo della Pace. In molti stanno cercando di decidere se rinunciare o meno, valutando la situazione e la possibilità di ottenere un rimborso. Gli altri cinquemila passeggeri della nave, invece, non hanno alternative: devono attendere il ritorno al porto di imbarco in cui sono saliti a bordo di questa crociera circolare perenne. E chissà se e quando la situazione si sbloccherà: per ora "nessuno sale e nessuno scende". Nel tardo pomeriggio i passeggeri rimasti bloccati sulla nave sono rientrati nelle cabine che sono state loro riassegnate. I passeggeri in attesa di salire a bordo e partire, invece, sono rimasti all'interno del terminal ad aspettare notizie.

"Non ci deve essere alcun allarmismo in merito alla nave ormeggiata al porto di Civitavecchia. Le competenti autorità hanno messo in atto le procedure operative del caso e sono in corso gli accertamenti sui campioni giunti presso l'Istituto Nazionale Malattie Infettive Spallanzani. Occorreranno dei tempi tecnici per compiere le necessarie verifiche, ma la situazione non desta particolari preoccupazioni", afferma l'assessore alla Sanità e l'Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

 


Tags:




Ti potrebbero interessare

Speciali