Ospedale Sant'Andrea. Effettuato primo trapianto di faccia

di redazione Roma 23/09/2018 ROMA
img

È terminato alle 5 di questa mattina l'intervento di trapianto della faccia effettuato su una donna presso l'Azienda ospedaliero-universitaria Sant'Andrea di Roma ed è tecnicamente riuscito.
    L'équipe, composta da chirurghi e anestesisti, con infermieri strumentisti che si sono alternati in sala, ha operato complessivamente per 27 ore. Sottoposta a terapia immunosoppressiva antirigetto, la paziente è attualmente in coma farmacologico indotto e rimarrà in isolamento nella Terapia Intesiva. La prognosi è riservata.

"L'operazione è tecnicamente riuscita", riferisce il bollettino medico emesso al termine dell'intervento. Sottoposta a terapia immunosoppressiva antirigetto, la paziente è attualmente in coma farmacologico indotto e rimarrà in isolamento presso la Terapia Intesiva. "La prognosi è riservata", conclude il bollettino medico.

 Alla famiglia della donatrice "va il ringraziamento della rete trapianti", si legge nella nota del Centro nazionale trapianti (Cnt). Nel mondo sono stati realizzati una cinquantina di trapianti di faccia, in Europa una decina e la maggior parte di questi in Francia. L'intervento rientra in un protocollo sperimentale, autorizzato dal Centro nazionale trapianti dopo l'acquisizione del parere positivo del Consiglio superiore di sanità; le équipe per il prelievo del tessuto facciale da donatore deceduto e per il successivo trapianto sono dirette dal professor Fabio Santanelli di Pompeo, responsabile dell'Unità operativa di chirurgia plastica del Sant'Andrea di Roma, e dal dottor Benedetto Longo, che fa parte della stessa unità operativa.

L'intervento è iniziato alle 8 di sabato e si è concluso poco dopo le 5 di domenica.


Tags:




Ti potrebbero interessare

Speciali