USA. ELEZIONI MIDTERM. DEMOCRATICI MAGGIORANZA ALLA CAMERA, REPUBBLICANI MANTENGONO MAGGIORANZA SENATO

di Redazione Euroroma Notizie in breve

E' ufficiale: i democratici hanno riconquistato il controllo della Camera Usa dopo otto anni. I dem hanno sfondato la quota 218 seggi necessaria per riconquistare il controllo di questo ramo del Parlamento, mentre i repubblicani mantengono la presa sul Senato. 

Mentre prosegue lo spoglio dei voti, i blu possono contare adesso su almeno 220 parlamentari alla Camera contro i 199 dei repubblicani. Rovesciata la proporzione al Senato, secondo i dati pubblicati dalla Cnn, con i repubblicani in vantaggio per 51 (uno in più rispetto ai 50 che servono per avere la maggioranza) a 44. "Un enorme successo questa sera. Grazie a tutti", ha twittato il presidente Usa Donald Trump commentando l'esito delle elezioni nonostante la sconfitta alla Camera. 

Da parte sua, la leader dei progressisti alla Camera Nancy Pelosi - che l'anno scorso aveva evocato l'impeachment per il ministro della Giustizia - ha affermato che i dem hanno intenzione di ripristinare i controlli e gli equilibri costituzionali sull'amministrazione Trump.

"La storia si ripete. Un partito al potere deve sempre affrontare sfide difficili nelle sue prime elezioni di medio termine", ha detto lo speaker repubblicano della Camera Paul Ryan. E poi: "Mi congratulo con i democratici per la nuova maggioranza alla Camera e con i repubblicani per avere mantenuto il Senato. Non serve un'elezione per sapere che siamo una nazione divisa, e ora abbiamo una Washington divisa. Come Paese e come governo dobbiamo cercare un terreno comune".

Queste elezioni hanno visto un numero record di donne elette alla Camera: almeno 99 diventeranno deputate (su 237 candidate), un numero che supera il record precedente di 84. Tra loro c'e' la 29enne democratica Alexandria Ocasio-Cortez, la donna più giovane mai eletta al Congresso americano; la democratica Rashida Tlaib, figlia di immigrati dalla Palestina, la prima donna musulmana ad essere eletta al Congresso; e la democratica Sharice Davids, la prima donna nativo-americana in Congresso.

Per i dem sembrava una 'mission impossible' conquistare il collegio per la Camera numero sette di Richmond, Virginia, appannaggio dei repubblicani dal 1970, ma l'ex agente Cia Abigail Spanberger è riuscita ad infiammare l'ala più liberal del partito e ha battuto il deputato uscente David Brat (50,01% contro 48,7%).





24-03-2019: BASILICATA. MEZZO MILIONE GLI ELETTORI PER ELEGGERE IL NUOVO GOVERNATORE

22-03-2019: DRAGHI AI LEADER EUROPEI "ECONOMIE DEBOLI MA NON NUOVA RECESSIONE"

22-03-2019: AL VIA LA VISITA UFFICIALE DEL PRESIDENTE CINESE XI JINPING

18-03-2019: OLANDA. SPARATORIA IN STRADA. TRE MORTI E ALCUNI FERITI. LE AUTORITA' E' TERRORISMO

16-03-2019: PARIGI. GILET GIALLI SCONTRI AL CORTEO. IN FIAMME NEGOZI E UN PALAZZO

16-03-2019: CAGLIARI. CORI DEI TIFOSI VIOLA CONTRO TIFOSO DEL CAGLIARI COLTO DA MALORE

14-03-2019: POLEMICHE SU TAJANI E LA SUA AFFERMAZIONE "MUSSOLINI HA FATTO COSE BUONE"

12-03-2019: BREXIT. LA CAMERA DEI COMUNI BOCCIA PER LA SECONDA VOLTA L'ACCORDO DELLA MAY

10-03-2019: ETIOPIA. PRECIPITA BOEING. 157 LE VITTIME, TRA CUI 8 ITALIANI

08-03-2019: REVOCATI I DOMICILIARI PER I GENITORI DI MATTEO RENZI



Speciali